PROF, HA CORRETTO LE VERIFICHE?

Foto per le scuse

In quest’articolo racconteremo l’esperienza mortificante per uno studente della scuola secondaria La Traccia che si ripete regolarmente durante il ritmo ciclico dei trimestri e  delle stagioni: la spasmodica ansia nel cuore prima della riconsegna delle verifiche. Questo momento della vita colmo di dolore e di disperazione per ogni ragazzo può essere affrontato con diverse reazioni e come testimone oculare vi racconterò come avviene. C’è chi, rendendosi conto del lutto che sta per piombargli sul capo, si isola nella disperazione, si informa del giorno della riconsegna e si veste di nero con i jeans strappati per ottenere un mezzo voto in più facendo ricorso alla carta dei diritti dello studente per questioni di indigenza e di carità. C’è poi chi racconta agli altri la solita scusa per cui la malasorte gli avrebbe impedito di studiare e tutti i compagni lo guardano con piena comprensione e sincera amicizia dandogli un credito assoluto; altri stramazzano sul banco consapevoli che il loro voto sarà pessimo, altri ancora per sdrammatizzare scommettono sui risultati del proprio voto e su quello degli altri perdendo forti somme di denaro e rinunciando alla merendina per mesi!  Spesso noi studenti non ci ricordiamo più delle verifiche che abbiamo svolto, anche perché cerchiamo di rimuoverle dalla mente anche perché i professori “hanno troppe classi” quindi ci impiegano molto a correggerle. E’ proprio questa la fregatura perché proprio quando pensi di aver preso un bel voto i professori ci mettono un eternità a correggere, invece quando prendi un brutto voto “guarda caso” le verifiche arrivano il giorno dopo. Le modalità di consegna della verifica possono essere poi molto angosciose: ci sono alcuni professori particolarmente perfidi che consegnano le verifiche dal voto più alto al voto più basso (una fonte anonima dei primini dicono trattasi del prof. Bacigalupo) facendo sprofondare nella depressione più assoluta chi non è tra i primi; oppure c’è chi chiama l’alunno interessato con un tono e con una occhiata terribile che fa comprendere al volo il voto ricevuto (alunni di terza, di cui non facciamo il nome per questioni di incolumità scolastica, affermano per certo che sia la prof. Cazzaniga vera stragista della matematica)… E infine ci sono i professori burloni che fanno gli “scherzetti”, attori più navigati di George Clooney quando si beve un caffè, ci chiamano in un modo strano, con sinonimi e vezzeggiativi del tipo “Scarpuccio”, Redaelluccio ecc., facendoci preoccupare; poi, quando arriviamo alla cattedra, sorridendo ci fanno domande del tipo “cosa hai mangiato questa mattina?” come se potesse interessare davvero a qualcuno in quel momento, poi vi danno la buona o cattiva notizia. In realtà la restituzione della verifica è una metafora della vita, come diceva Pirandello, ognuno di noi alunni e professori recitiamo a soggetto, ma nel nostro cuore, al di là di tutto, c’è per noi ragazzi il desiderio di rispondere a tutto quello che ci chiedono e da parte dei prof.  la speranza che finalmente conosciamo qualcosa che ci appassioni e che davvero ci resti in zucca per sempre.

DELPH

 

Annunci
Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato

Stand by me

stand by me

Stand By Me è una proposta libera che invita i ragazzi a  fermarsi a scuola per condividere un po’ di tempo insieme e unisce alunni e docenti nel legame di amicizia con Gesù.

Il simbolo di Stand By Me è l’“Icaro di Matisse”: nel quadro è rappresentato Icaro nell’istante in cui sta precipitando, si guarda attorno e vede il cielo di un blu intenso e le stelle e capisce la bellezza che lo circonda. Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , ,

La Redazione 2019

cropped-justice-league-2_quadrata-bis

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dall’inizio del primo quadrimestre si è riunita la redazione 2019 del giornalino Traccia dopo traccia: questo nuovo anno ospita sette redattori che pubblicheranno diversi articoli per far conoscere, informando e divertendo, tutti gli avvenimenti belli e interessanti che accadono nella vita della scuola. Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , ,

Sei un lettore di Traccia dopo traccia?

Test

Sei un lettore attento del nostro giornalino? Sai rispondere con precisione alle domande che abbiamo elaborato?
Mettiti alla prova e scopri qual è il tuo profilo…

Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato ,