Basket in carrozzina

briantea84-varese-1-e1488096849231Sabato 25 febbraio noi alunni della Traccia abbiamo assistito a una partita di basket in carrozzina: Briantea 84, la squadra da cui siamo stati invitati, contro il Varese. Sapevamo già che la Briantea era molto forte e quindi ci aspettavamo una bella partita, in più, visto che avevamo già avuto la possibilità di incontrare dei giocatori ed erano stati molti simpatici con noi, avevamo molta voglia di tifare per loro.

La partita è iniziata dopo un veloce riscaldamento: i giocatori erano stati introdotti in campo da alcuni ragazzi presi tra i tifosi che battevano il cinque e salutavano i giocatori delle due squadre; il gioco è stato subito accompagnato dalle nostre incitazioni.
Ci siamo subito accorti che la Briantea appariva  molto più veloce del Varese sia nei movimenti e nelle azioni che nei passaggi, centrando più frequentemente il canestro, sia da sotto il tabellone sia dalla linea dei tre punti.
Tutti i punti segnati dagli atleti erano davvero impressionanti, visto che stavano giocando in carrozzina: nonostante questa limitazione i giocatori non sembravano avere meno libertà di movimento rispetto a giocatori non disabili.
Un momento che mi ricordo molto bene è stato quando sono partiti gli avversari in attacco, ma nel corso dell’azione hanno perso la palla: la Briantea l’ha quindi recuperata ed è partita all’attacco in contropiede, guadagnandosi un bel canestro.
Un’altra cosa impressionante era quando la carrozzina cadeva e loro riuscivano a rialzarsi con il solo uso delle braccia: compivano i movimenti necessari con molta tranquillità, come se cadere fosse normale e così pure rialzarsi; il loro impegno e la loro determinazione nel giocare erano fantastici, sembrava quasi che loro volessero soddisfare il nostro tifo.
Mi è piaciuto molto il fatto che i rappresentanti di “IO TIFO POSITIVO”, il progetto che a scuola ci hanno proposto per approfondire la conoscenza del mondo dello sport e la riflessione su di esso, ci abbiano dato spesso i megafoni per tifare e intonare canzoni: ci invitavano a incitare i giocatori di entrambe le squadre; posso dire che dopo essere tornato a casa non avevo più voce e avevo speso tutte le mie energie.
Verso la fine della partita però, visto che sapevamo che la Briantea avrebbe vinto di sicuro, abbiamo fatto il tifo in particolare per il Varese.
Una cosa che non mi sarei aspettato è il fatto che la maggior parte dei giocatori non erano disabili dalla nascita, ma erano rimasti vittima di un grave incidente (che per esempio aveva provocato la perdita degli arti inferiori): questo mi ha fatto pensare che quello che è accaduto a loro potrebbe succedere a ognuno di noi e a ognuno di voi.
In questi giorni abbiamo saputo che la Briantea lotterà per la conquista dello Scudetto 2016/2017 contro il Porto Torres al meglio delle tre partite: la prima sarà giocata a Porto Torres il 13 maggio. Noi siamo tutti invitati a partecipare alla partita del 21 maggio alle ore 18.00 al palazzetto di Desio. Venite con noi a tifare Briantea!

Fiorenzo

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.